Superstiti di Luca Fivizzani – brano dell’album Superstiti, testo e video

1
50

 

Testo di Superstiti ed il video ufficiale infondo alla pagina.

Il ruolo di una farfalla, appare marginale
piccolo e impavido insetto contro la muraglia
Gli atomi rivelano verità scottanti
è pessimo sentirsi niente per qualcuno
Quando l’universo come l’abbiamo conosciuto noi
non esisterà più, non esisterà più
rimarremo soltanto noi due superstiti
a lenirci il dolore a cercare il calore
Cullami, stringimi le mani, sarà il nostro rifugio, ricordalo
Curami da tutti i mali mi basterà la tua voce per risorgere
Tre secoli di puro inverno non cambiano gli intenti
scorrono e disegnano veloci come aeroplani
Io cercherò un tetto per nascondermi dagli avvoltoi
credono, poveri illusi di rendersi interessanti
Quando l’universo come l’abbiamo conosciuto noi
non esisterà più, non esisterà più
rimarremo soltanto noi due superstiti
a lenirci il dolore a cercare il calore
Cullami, stringimi le mani, sarà il nostro rifugio, ricordalo
Curami da tutti i mali mi basterà la tua voce per risorgere