La mission di Victoria Leoni: “Portiamo la musica e il suo valore ovunque”

0
131

Da sempre attiva nel mondo della musica, Victoria Leoni decide di fondare “Victoria Music” per poter offrire competenze editoriali e discografiche di qualità. È online il nuovo sito, in cui è chiaro da subito che oltre ai servizi c’è di più: il profondo senso della sua missione.

«Sono convinta che siano davvero preziosi i messaggi che possono cambiare la nostra visione.» spiega la founder bresciana «Ritengo inoltre che la musica possa essere un veicolo potente per aiutarci ad esprimere la nuova lettura del mondo. Devono vincere intelligenza e cultura. Solo così ci sarà permesso di evolvere verso ciò che ci porterà ad un vero cambiamento, un nuovo manifesto creativo e culturale. Sarà la giusta unione tra l’essere umano e le nuove tecnologie a dare spazio a nuovi suoni. La musica è da sempre uno straordinario strumento: trasmette un grande valore e noi lo diffonderemo ovunque.»

L’unione con i suoi “friends”, gli amici con i quali ha lavorato negli anni, rende possibile uno scambio di competenze e di valori umani. Skill già condivise con la sicurezza di appartenere a quella visione comune. La musica è uno scrigno che racchiude un tesoro e come tale va trattato. Il know how consolidato dalle collaborazioni ha permesso oggi di costruire una visione di insieme straordinaria. Una sinergia che converge in un aiuto concreto per tutti i creativi nel complesso mondo dei tecnicismi musicali: liberatorie, contratti e licenze.

«Tutelare i diritti musicali è un compito cruciale e complesso, che merita molta attenzione.» continua l’editrice «Senza queste protezioni, il rischio di plagio e sfruttamento inadeguato sarebbe altissimo, scoraggiando gli artisti a creare nuove opere. La protezione dei diritti d’autore assicura che la creatività continui a fiorire, offrendo grandi possibilità a tutti i professionisti del settore. Anche per questo, nelle nuove tecnologie, che per me sono una grande opportunità, vanno da subito tutelati i diritti di copyright. Per una vera opportunità di crescita.»

Riconoscere il valore della creatività vuol dire garantire equità economica e promuovere la diversità culturale. E per Victoria Leoni è un imperativo morale. Tra i servizi per portare la musica e il suo valore ovunque, non potevano mancare quelli di music management e live. Con grande intuito supportano i loro artisti nelle case discografiche, etichette, editori e agenzie e nell’organizzazione dei tour. Con l’obiettivo di non lasciarsi sfuggire le migliori opportunità. La potenza della musica viene diffusa senza limiti e confini. Grazie a partner tecnologici come la Fondazione Olitec, la gioia e il divertimento delle esperienze organizzate da Victoria Music sono anche nel metaverso.

«Le possibilità che il metaverso offre alla musica sono molteplici e in continua espansione.» conclude la manager «Un mondo virtuale immersivo dove le persone possono interagire, lavorare e divertirsi in modi mai visti. La musica trova anche qui nuove straordinarie opportunità per evolversi, raggiungere un nuovo pubblico e ridefinire l’esperienza musicale.»

Il metaverso è per Victoria Leoni una grande opportunità. Apre nuove strade per la monetizzazione della musica: gli artisti possono creare eventi, esibirsi, relazionarsi o promuovere merchandising digitale, lezioni o workshop musicali. Senza le restrizioni geografiche, inoltre, possono incontrarsi in tempo reale per creare e produrre musica, sperimentare nuovi generi e stili, e raggiungere un pubblico globale. Queste collaborazioni possono portare a una fusione unica di influenze culturali, arricchendo il panorama musicale globale. Una missione incredibile.

E, a proposito di barriere del mondo fisico, Victoria è tra i creatori di Meravigliosa. Il progetto ha l’obiettivo di riconoscere il valore delle donne e le loro capacità per la costruzione di una vera autonomia sociale ed economica. L’impegno a favorire il women’s empowerment si realizza ovviamente ancora attraverso la musica.

Victoria Music

www.victoriamusic.it

[email protected]