Piotta, esce l’album Kitty

piotta
Il 6 ottobre è uscito l’EP Kitty, ultimo lavoro del Piotta e anticipato dal video del brano omonimo. L’artista romano ritorna a Parlare della sua città, densa di contrasti, ma affronta il tema con la sua nota ironia e sagacia.

Una motocicletta sgangherata si muove nel traffico capitolino che si snoda attraversando Roma, immortalando luoghi significativi. Il viaggio parte dalla periferia, precisamente da Rebibbia dove la motocicletta costeggia il grande graffito “Welcome to Rebibbia” disegnato da Zerocalcare. Prosegue poi nelle strade dell’ hip hop romano come l ‘Esquilino, il gasometro di Ostiense,e il ponte di ferro, per scorrere poi sulle strade che fiancheggiano Villa Ada Posse, il Colosseo, San Pietro e il Testaccio.

 

Questo tuor tematico per la capitale è l’ultimo video de il Piotta, Kitty. L’ominimia con la famosa gattina è solo un pretesto. Kitty infatti è un consiglio, è una filosofia di vita che vale più di mille parole. “Chittesen…la”, come un aforisma zen, compresso e significativo, racchiude in sé la romanità vista da Piotta.

Dopo il brano 7 Vizi Capitale, Piotta torna a parlare della sua città. Ma le differenze sono tangibili: nel lavoro precedente infatti l’artista romano si sofferma sulla crudezza della città, su Mafia Capitale, sui controsensi di Roma. Ora invece Piotta traccia un profilo più leggero della città capitolina, pieno d’ironia e sarcasmo, tipici della sua cifra stilistica, meravigliosamente condensati in Kitty o “Chittesen..la”.
Il percorso tracciato dalla motocicletta del video unisce percorsi umani, creativi e sociali che comprendono le esperienze di altri artisti oltre a Piotta, come Brusco e Colle der Fomento.
Il video si conclude alla Città dell’Altra Economia, durante il concerto che Piotta ha tenuto lo scorso agosto, insieme a il Muro del Canto, Inna Cantina e Bestie Rare – nelle quali è presente anche l’attore Elio Grmano.
L’album omonimo è uscito il 6 ottobre, contente la versione originale, il remix, la strumentale e la sigla del Trio Medusa. La copertina dell ‘EP è stata realizzata da Emiliano Carli.

Approfondimenti

 

Francesca Gangarelli



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here