Luca Carboni: Pop-Up, il nuovo album.

È uscito il nuovo album di Luca Carboni, Pop-Up che promette di bissare il successo del suo precedente album – Fico&Politico. Questa volta però affronta un tema che durante la sua lunga carriera ha sempre evitato: l’amore, nelle sue molteplici sfumature. E soprattutto si chiede se #undiscopuòfarelafelicità.

Venerdì 2 Ottobre è uscito Pop -Up, il nuovo album di Luca Carboni. Il cantante bolognese per il suo ultimo lavoro ha voluto un titolo che non svelasse nulla del contenuto, così come scelse Forever per il suo secondo lavoro, nel 1985. Pop-up come i libri per bambini che si aprono e da cui saltano fuori le figure facendo apparire un mondo meraviglioso, così Luca Carboni si augura che il disco faccia lo stesso effetto agli adulti. Se all’inizio della sua carriera Carboni si vantava di scrivere canzoni di successo che non parlassero d’amore, oggi invece si ricrede e fa dell’ amore il filo rosso di questo suo nuovo lavoro, declinato nelle sue molte sfumature. Ad esempio l’amore per due città: per la sempre amata Bologna in Bologna è una regola e per Milano, tanto sognata negli anni ’80, in Milano.

Il risultato di questo lavoro è che ogni singola canzone è un capitolo sull’amore. E poi c’è Dio, visto con gli occhi curiosi di un bambino; c’è la poetessa premio Nobel Szymbroska, alla quale Luca si è ispirato – come in precedenza aveva fatto con Neruda e Prevert- per comporre la canzone Chiedo scusaÈ un lavoro che tocca temi impegnati e concetti importanti, ma su una musica leggera, pop a tratti quasi dance.

luca carboni

Il cantante bolognese sottolinea come il progetto sia nato senza l’aiuto di molti musicisti, a differenza dell’album precedente in cui l’avevamo visto duettare con Fabri Fibra. Tuttavia i testi di alcune canzoni sono nati dalla collaborazione con Alessandro Raina e Manuele Fusaroli. La produzione è stata affidata a Michele Iorfida Canova, già produttore di Jovanotti e Tiziano Ferro. Tuttavia Luca Carboni non nasconde il suo interesse verso colleghi più giovani e verso sonorità diverse dalle sue. Il cantante bolognese avrebbe voluto collaborare con artisti come Clementino e J-Ax, seguendo il suo pensiero che il Pop di oggi sia il Rap.

L’ hashtag che ha accompagnato l’uscita dell’album è #undiscopuòfarelafelicità. La felicità di Luca Carboni nel fare un disco è sicuramente molta, come lui stesso afferma, e si accompagna alla speranza di poter far felice il proprio pubblico. Però Luca è felice a metà, perché tutto questo amore di cui canta è l’antidoto per difendersi dall’odio. E si sa, per certe cose ci vuole davvero un fisico bestiale. 

Approfondimenti:

Francesca Gangarelli



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here