Immanuel Casto: The Pink Album e il nuovo tour

immanuel casto
www.immanuelcasto.com
Dopo l’uscita di The Pink Album il 25 settembre, Immanuel Casto inizia da Modena il nuovo Tour nelle città italiane, insieme a Romina Falconi, Tying Tiffany e Soviet Soviet.
Poetica matura, messaggi impegnati e sound rock per il nuovo lavoro del Casto Divo.

Per Immanuel Casto questo è stato un autunno decisamente intenso. Infatti l’artista al secolo Manuel Cuni, 32 anni, bergamasco -in arte Immanuel Casto o Casto Divo, come lo hanno rinominato i fan- il 25 settembre ha pubblicato il suo ultimo lavoro discografico The Pink Album. Dalla serata di ieri 24 ottobre poi è partito il Pink TOUR, che ha debuttato a Modena e che proseguirà nelle città di Roma, Torino, Bassano del Grappa, Milano, Napoli e Pordenone. Nel disco tante collaborazioni come quella con Romina Falconi– con la quale ha già lavorato in precedenza- Tyng Tiffany e i Soviet Soviet.

www.faremusic.it
www.faremusic.it

In questi giorni è uscito nelle librerie anche Tutti su di me, una biografia firmata da Marc Ribaric e pubblicata dalla casa editrice Tsunami, in cui si raccontano le tappe della crescita artistica e musicale di Immanuel Casto, rappresentante indiscusso del porn groove italiano.
Un genere in realtà tutt’altro che nuovo la cui genesi risale agli anni Settanta e con il quale si indicavano le colonne sonore dei film porno e oggi utilizzato per tutte quelle canzoni con testi di natura esplicitamente sessuale.
Immanuel Casto ha fatto del porn groove il suo marchio di fabbrica, affrontando con grandissima ironia temi a dir poco…bollenti. Ma a oltre al sesso c’è di più: l’artista, infatti fa dell’ umorismo e dell’ ironia mezzi attraverso i quali far passare temi scabrosissimi e difficilmente affrontabili: un impegno riproposto in senso sarcastico ma che fa riflettere.
Con The Pink Album i toni si ammorbidiscono e Immanuel Casto dimostra una dimensione più matura. Sia a livello prettamente musicale, con una prevalenza di suoni quasi rock – preferiti a quelli pop e dance peculiari dei precedenti lavori- sia per quanto riguarda la poetica delle canzoni, che trattano argomenti non necessariamente provocatori o goliardici. Anzi, molti i testi che si prefiggono di lanciare un messaggio più profondo, come ad esempio Da grande sarai FR***O, uno dei due singoli che ha anticipato l’album . Il brano invita un ragazzino ad accettarsi, ma a prescindere da sessualità ed età, il messaggio è universale dato l’accettazione di sè è sempre un tema su cui riflettere.
Fa riflettere anche che in vista dell’uscita del disco, e poter firmare le copie dell’album ai fan, siano arrivati solo no dalle grosse catene di distribuzione, ma anche da quelle indipendenti. E qui la beffa: perché inizialmente l’album avrebbe dovuto intitolarsi Discodildo – uno dei brani dell’album successivamente convertito nel attuale denominazione proprio per non incappare in censure di sorta. Tuttavia, proprio perchè si affrontano temi più seri, secondo Casto il titolo The Pink Album rende maggiormente giustizia a questo lavoro.

seguici su Facebook

Francesca Gangarelli