Intervista a Daniele De Gregori, vincitore del Troisi Festival

Vi avevamo già parlato di Daniele De Gregori, talentuoso cantautore premiato in diversi e prestigiosi festival, finalmente oggi lo conosceremo meglio.
Nonostante non sia dovuto ad alcuna parentela col più famoso Francesco, De Gregori è sicuramente un cognome pesante da portare se si ha intenzione di emergere come cantautore, per questo motivo Daniele si presenta spesso con il nome della band che lo accompagna: i Jeremeas. Oggi, però, ci concentreremo esclusivamente su di lui, sui suoi lavori e sui suoi progetti.

 

Puoi trovare il testo de La Sera qui: Testo La Sera – Daniele De Gregori

  • Parlaci un po’ di te: quando e come è iniziato il tuo legame con la musica?
    E’ sempre difficile parlare di sé in poche righe, spero si possa percepire quello che sono, in qualche modo, attraverso le canzoni.
    Più facile è raccontare ciò che faccio nella vita di tutti i giorni, ovvero il tassista a Roma, sebbene abbia una laurea nel cassetto.
  • Quali argomenti tratti maggiormente nei tuoi testi?
    Quasi sempre scrivo di mie riflessioni intime o di esperienze reali vissute personalmente o da qualcuno molto vicino a me.
    Difficilmente mi avventuro in argomenti lontani dal mio quotidiano, preferisco di gran lunga il particolare al generale.

 

 

  • Pensi sia difficile emergere come cantautore, in Italia?
    Le difficoltà nell’emergere e nell’affermarsi coinvolgono quasi ogni settore di questo paese e la musica non fa certo eccezione.
    Ogni anello della catena rischia di essere insormontabile, dall’autoproduzione alla pubblicità, dal lato economico al lato umano.
    La domanda alla base di tutto è: come raggiungere il gusto del mio prossimo?
    Nessuno ha una risposta e ognuno si butta in qualche modo, rischiando spesso e volentieri soldi, tempo e faccia.
    Vorrei poter concludere che in fin dei conti se hai davvero talento avrai il successo che cerchi, che sia fare la pop star o fare colpo sulla ragazza della porta accanto, anche se ho il timore che non sia sempre così.
  • Finora quali sono state le maggiori difficoltà che hai incontrato?
    La lista è lunghissima ma ne dico una che le racchiude tutte: crederci ancora e riuscire a godersi le piccole cose che si raccolgono in questa avventura.

daniele de gregori 1

  • Ora parlaci un po’ dei tuoi lavori più recenti, dell’ultimo in particolare.
    Nel corso degli anni ho pubblicato diversi singoli in rete ma solo quest’anno riuscirò a pubblicare un disco vero e proprio dal titolo Hegel, che sarà disponibile prima dell’estate.
  • Ti autoproduci o hai un’etichetta alle spalle?
    Non ho mai cercato un’etichetta fino ad oggi, impostando tutto il percorso sull’autoproduzione.
  • Ci hai parlato di Hegel, il tuo primo album, che dovrebbe uscire prima dell’estate. Hai già qualcos’altro in progetto? E quali sono, in generale, le tue aspirazioni per il futuro?
    Sto lavorando ad un EP che sarà probabilmente pronto il prossimo anno.
    Nel frattempo cerco di suonare poco e bene, selezionando le serate nei posti che più mi piacciono senza sovraespormi troppo.
    Per quanto riguarda le mie aspirazioni ho imparato che nella vita generalmente ci si ritrova a fare ciò che non si sarebbe mai immaginato pochi anni prima, per cui mi lascio stupire.

 

  • Raccontaci uno dei ricordi più belli legati alla tua carriera da musicista sino ad oggi.
    E’ una domanda da un milione di dollari alla quale non so rispondere facilmente.
    Cerco di salvarmi in calcio d’angolo rispondendo con il più recente.
    Pochi mesi fa ho avuto l’onore di vincere il Primo Premio della categoria cantanti del Troisi Festival, ed è stata per me una soddisfazione enorme quanto inaspettata.

Oltre al già citato Troisi Festival, Daniele trionfa anche in altre manifestazioni vincendo il Premio Sponsor al Roma Music Festival nel 2008, e il Premio Speciale nel 2011. Due anni dopo arriva invece la doppietta del Gandolfo Festival, dove vince sia il Primo Premio che il Premio per Miglior Testo. Il talento non manca di certo!

 

Ringraziamo Daniele per l’intervista e gli auguriamo una brillante carriera. Nel frattempo potete continuare a seguirlo sia sulla sua pagina Facebook se volete rimanere aggiornati sui suoi live, sia su Youtube e Soundcloud per ascoltare le sue canzoni e aspettare l’uscita del suo primo album.

Non perdetevi la prossima intervista dove incontreremo Le Cause Perse, band vicentina molto interessante.
Se volete conoscere altri nuovi interessanti artisti e promesse del panorama musicale italiano continuate a seguire tutti i giorni le nostre interviste sulle news di Wikitesti.com e sulla nostra pagina Facebook.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here