Andrea Moraldi, alias “Pap3ro”: tra cover, musica e poesie


L’abbiamo ascoltato, abbiamo riso con le sue parodie ma chi è davvero Andrea Moraldi, alias Pap3ro? E’ una persona normale, con un lavoro d’ufficio ma nello stesso tempo eclettica: scrive poesie, parodie, canta ed è stato anche a Sanremo. E’ cresciuto circondato dall’arte e attraverso le sue parodie fa vera e propria satira.

Prima di tutto, chi è Andrea Moraldi?
Ho una vita normale, come tanti altri. Mi occupo generalmente di amministrazione, meglio, di marketing. Faccio un lavoro di ufficio insomma.

La tua, però, non è proprio una vita “normale”: su Youtube i tuoi video sono stati visualizzati milioni di volte. Quando hai inciso la tua prima canzone?
La mia prima canzone? Probabilmente avrò avuto cinque anni. Mio papà suonava oltreché dipingere ed ogni tanto amava anche registrarmi.

La prima parodia invece?
Se non erro era il 2009 e la canzone era “te taggo su Facebook”. E’ nata un po’ per gioco,quando mio fratello Nicola mi ha fatto conoscere facebook: ho ritrovato molti amici e hanno cominciato tutti a taggarmi in delle foto oscene di 20 anni fà con i brufoli a gò-gò.

Perché hai scelto di stravolgere i successi del momento scrivendoci sopra dei pezzi si satira, invece di scrivere canzoni tue?
In realtà io ho sempre scritto canzoni mie, ho anche fatto parte di un gruppo che ha avuto un discreto successo, i Reflex, con i quali abbiamo partecipato a Sanremo e fatto concerto in tutta Italia. Le parodie le scrivo perché mi piace far divertire la gente , farla sorridere ma nello stesso tempo farla pensare, riflettere. A volte alcune canzoni, se le ascolti bene, non hanno senso: ti piacciono soltanto perché magari sono cantate da Ramazzotti, Pausini o Renato Zero ma poi stringi stringi non hanno tutto questo gran significato.

Nelle tue parodie, a volte, di riflessione ce n’è al contrario tanta. E’ vera e propria satira
Si ..c’è chi la satira la fa da cabarettista e chi, come me, la fa musicalmente. Ma questo dipende dal dna della persona: io sono cresciuto in mezzo alle arti e alla musica e preferisco esprimermi così.

Ti rivedremo sul palco a cantare con tue canzoni?
Stiamo approntando un progetto nuovo con i miei ex componenti del gruppo e, tempo permettendo, dovremmo riuscire a portare in porto ma per ora quell’attività diciamo che si è fermata, un po’ perché gli anni passano un po’ perché sono cambiate diverse situazioni.

Eppure Andrea Moraldi non è solo satira, su youtube ci sono diverse poesie.
Ah si si. Quelle sono peraltro molto riflessive, serie se così vogliamo dire. E’ un lato del mio carattere.

Perché il nome Pap3ro?
Per quanto riguarda il numero, perché sostanzialmente mi piace, lo sentivo mio e poi si dice sia un numero magico. Per il nome, invece, nasce semplicemente dal nomignolo che mi aveva affibbiato il mio mister a calcio, tutto qui.

Il pezzo a cui sei più affezionato?
Quello che ha riscontrato più favore di pubblico è senza dubbio “Chatto co lei”. Per quanto riguarda me, forse la parodia in cui mi sono maggiormente impegnato, sia tecnicamente che intellettualmente, è stata “notte prima degli esami”.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here