ZIOBY | Intervista al giovane rapper emergente sardo



Anche oggi, dopo l’intervista di ieri a Franky, la nostra rubrica vi presenta un altro interessante rapper emergente, stavolta proveniente dalla Sardegna, il suo nome è Fabrizio Contini, in arte ZIOBY. Le nostre interviste ci hanno insegnato quanto possa essere tortuoso il cammino per un artista emergente in Italia, pur provenendo magari da grandi città, non è sempre facile trovare lo spazio per farsi conoscere. Possiamo quindi immaginare come possa essere difficile per Zioby farsi strada nell’ambiente rap italiano, già molto vasto e fortemente competitivo; eppure, considerato il suo talento, siamo convinti che possa andare avanti senza paura. Prima di scoprire cos’ha da raccontarci, ascoltiamo uno dei suoi ultimi singoli: Tutto al contrario.

 

  • Quando e come ha avuto inizio la tua passione per il rap?
    La mia passione per il rap è iniziata quando ho sentito per la prima volta Mondo Marcio nel suo album Solo un uomo. Da allora ho iniziato ad allenarmi cantando i suoi pezzi. Successivamente ho iniziato a provare a rappare sopra le parole di altri rapper italiani sostituendole con la prima cosa che mi passava per la testa, per poi iniziare a scaricare beat e fare freestyle con amici; e ora mi ritrovo a comporre.
  • Quali argomenti tratti nelle tue canzoni?
    I miei argomenti sono incoerenza, falsità e odio. Infatti ascoltando Tutto al contrario si capisce il perché. Tocco anche il genere romantico e drammatico.
  • Pensi sia difficile emergere in Italia?
    In Italia è molto difficile secondo me, specialmente quando vieni da un paesino della Sardegna come Sinnai. Un altro motivo per cui penso sia difficile parte dal fatto che gli italiani ascoltano diversi generi, non sai mai cosa cantare per emergere.
  • Cosa pensi del rap italiano contemporaneo?
    Troppo modificato e mischiato ad altri generi.
  • Presentaci i tuoi lavori più recenti, l’ultimo in particolare?
    Nel 2013 ho fatto uscire il mio EP sotto il nome di Zioby, chiamato Tutto in fumo. Nel 2014 gli EP Trucchi e Grezzo; un paio di mesi fa ho fatto uscire Bushido e quest’anno sto preparando un LP chiamato crISIS.

 

 

  • Sei molto produttivo quindi, ti autoproduci completamente o hai un’etichetta alle spalle?
    Mi autoproduco. Mi hanno offerto diversi contratti in alcune etichette, gli accordi non mi andavano tanto a genio, quindi ho rifiutato.
  • Qual è una delle difficoltà dell’essere un rapper?
    La scelta dei feat direi.
  • Hai in mente altri progetti? E più in generale quali sono le tue ambizioni?
    Partire in tour, prima di tutto per il lavoro, per il semplice fatto che anche in quel campo bisogna fare un “tour”, se ho le possibilità ne approfitto anche per crescere musicalmente.
  • Parlaci di un bel ricordo legato alla tua carriera?
    La prima volta che ho fatto un live. L’esperienza più bella è vedere una scuola intera di guarda e che ti applaude. Come primo live è stato stupefacente, incredibile direi.

 

 

Potete continuare a seguire Zioby sui social tramite la sua pagina Facebook e il suo canale Youtube.
Per rimanere sempre aggiornati sugli artisti emergenti e sulle promesse del panorama musicale italiano continuate a seguire tutti i giorni le nostre interviste sulle news di Wikitesti.com e sulla nostra pagina Facebook.


Social

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here