Band emergenti | Intervista agli esplosivi Noize Pollution



Ieri vi abbiamo parlato di Daniele De Gregori e de Le Cause Perse, dandovi uno spaccato del panorama cantautorale italiano che potremmo definire più classico. Oggi cambiamo completamente genere, andiamo a Parma, città natale di una band il cui nome riassume perfettamente lo spirito: i Noize Pollution

 

Noize pollution 1

 

 

  • Parlateci un po’ del vostro gruppo, com’è nato? Chi sono i componenti?
    La band Noize Pollution prende vita nella primavera del 2012 quando Corra (chitarra solista) e Gabber Mafia (seconda voce e chitarra) decidono di mettere inizio ad un nuovo progetto musicale. La formazione raggiunge stabilità solo con l’arrivo di Marco al basso, Alexander come cantante e Tom Pareggi alla batteria avvenuto a gennaio 2013.

 

  • Quali argomenti ricorrono maggiormente nelle vostre canzoni, e perché?
    Non abbiamo un argomento fisso ricorrente nelle nostre canzoni. Tendenzialmente parliamo di ciò che riteniamo abbastanza importante da farlo finire in un nostro testo. Sicuramente cerchiamo di farlo al meglio, non vogliamo essere scontati e non lo siamo, nonostante il pubblico faccia più attenzione alla melodia che all’argomento trattato e al modo in cui viene fatto.

 

 

  • Da quali artisti trovate ispirazione per la vostra musica?
    Abbiamo varie influenze, facciamo Alternative Metal quindi le ispirazioni arrivano da un sound anni 2000 (la famosa ondata Alternative, Nu metal dei tempi) al Metalcore moderno degli ultimi anni, fino ad avere influenze Rap. Va detto che manteniamo questi modelli il più distante possibile da noi, o non riusciremmo a fare niente di originale.

 

  • Parlateci un po’ dei vostri lavori più recenti e di come sono stati portati avanti: vi siete autoprodotti o avete alle spalle un’etichetta?
    Ciò che abbiamo pubblicato finora sono stati 2 brani (dopo pochi mesi che la band aveva completato la propria line up) e un EP, The Sound of Snowfall. L’EP contiene 4 tracce, non l’abbiamo registrato con tutta la calma del mondo poiché il budget era limitato, ci sono delle cose che potevamo fare meglio, ma le canzoni e il modo un cui sono state sviluppate ci piacciono molto. Non avremmo pubblicato niente se non ci avesse pienamente soddisfatto come idea.
    Entrambi i lavori sono autoprodotti.

 

 

  • Quali sono le vostre aspirazioni per il futuro?
    Sicuramente fare al meglio la nostra musica, farla arrivare a più gente possibile e rendere tutto questo un lavoro.

 

  • Credete sia difficile farsi strada nel vostro ambiente in Italia?
    Questo è forse il più grosso tabù che tutti i musicisti emergenti affrontano più volte. Crediamo che in tutti gli ambienti farsi strada ad alto livello sia complesso. Certo è che qui più che da altre parti il pop e la musica più semplice siano gli unici fattori dominanti. Ultimamente c’è stato il fenomeno Rap per esempio e pensiamo sia stato un bene, è raro che qualcosa di underground arrivi alla superficie. È stato un bell’esempio e qualcosa di innovativo.

 

  • Finora quali sono le maggiori difficoltà che avete incontrato?
    Scherzavo questo è il più grosso tabù (ride NdR). Varie. Dal fonico che non ti prende seriamente, alle false promesse delle persone che si credono importanti. Il trucco sta nel fare il proprio lavoro, farlo al meglio e non badare troppo agli altri; e se il fonico è scarso dirgli che il soundcheck ce lo facciamo da soli.

 

noize pollution 2

 

 

  • Uno dei ricordi più belli legati alla vostra carriera?
    Pensiamo che i ricordi migliori siano i traguardi più importanti, quali interviste radio a Milano o grandi palchi di locali in cui hanno suonato band internazionali.

    Naturalmente anche le odissee per arrivare in posti a 200 km da casa o i post concerti poco sobri. Sono esperienze che riempiono, di cui non ti perdi un minuto.

 

Ringraziamo questi cinque fantastici ragazzi e vi consigliamo di continuare a seguirli sulla loro pagina Facebook o su Twitter. Se invece volete ascoltare i loro brani, potete trovarli sul loro canale ufficiale Youtube, su Soundcloud e su Beat100.com. Promettono di riservare incredibili sorprese in futuro.
Non perdete l’altra intervista di oggi al rapper Hombre mc a.k.a Mr Black.

Se volete conoscere altri nuovi interessanti artisti e promesse del panorama musicale italiano continuate a seguire tutti i giorni le nostre interviste sulle news di Wikitesti.com e sulla nostra pagina Facebook.


Social

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here